"Tanto più notaio, tanto meno giudice"

Location
Le nostre sedi

Via V. Gioberti n.54 - Toscolano Maderno (BS)
Viale E. Andreis n.74 - Desenzano del Garda (BS)

NOTAIO CANZANO MARIA

STUDIO NOTARILE LAGO DI GARDA

Contatti
Contatti

Tel: +39 0365 38 80 95
info@studionotarilecanzano.it

LEGGE DI BILANCIO 2024

Altre disposizioni fiscali

Altre disposizioni fiscali

– art. 1, comma 63 cedolare secca per locazioni brevi

– art. 1, commi 86 e 87 controlli su immobili oggetto di interventi edilizi in caso di Superbonus

– art. 1, comma 439 credito di imposta per beneficiari di finanziamenti bancari agevolati per la ricostruzione nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi da maggio 2023

*****
Comma 63 – cedolare secca per locazioni brevi

Nell’ipotesi di opzione per il regime di tassazione mediante la cd. cedolare secca, l’aliquota è aumentata al 26% per i contratti di locazione breve nel caso di destinazione di più di un immobile ad uso abitativo. È confermata, però, l’aliquota del 21% per i redditi derivanti dalla locazione breve relativa ad una unità immobiliare individuata dal contribuente in sede di dichiarazione dei redditi.

Resta fermo che tale regime fiscale può applicarsi fino ad un massimo di quattro appartamenti destinanti alla locazione breve per ciascun periodo di imposta, in quanto oltre questo limite l’attività di locazione si presume svolta in forma imprenditoriale ai sensi dell’art. 1, comma 595, l. n. 178/2020 (cfr. relazione illustrativa cit.).

Commi 86 e 87 – controlli su immobili oggetto di interventi edilizi in caso di Superbonus

L’Agenzia delle entrate, sulla base di apposite liste selettive, effettuerà verifiche specifiche sulle unità immobiliari oggetto degli interventi di cui all’art. 119 d.l. n. 34/2020 ai fini della variazione dello stato dei beni in catasto e di eventuali effetti sulla rendita catastale.


Comma 439 – credito di imposta per beneficiari di finanziamenti bancari agevolati per la ricostruzione nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi da maggio 2023

In caso di accesso ai finanziamenti agevolati, disciplinati nei precedenti commi 436 e ss., contratti dalle banche operanti nei territori colpiti dagli eventi alluvionali delle regioni Emilia-Romagna, Toscana e Marche, in capo ai beneficiari matura un credito di imposta fruibile esclusivamente in compensazione secondo le modalità che saranno stabilite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.

****

Nella legge di bilancio 2024 non risultano prorogate per l’anno 2024:

– le agevolazioni prima casa “under 36” (art. 64, commi 6-10, d.l. n. 73/2021) relative all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, al credito di imposta per l’IVA e all’esenzione dall’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio/lungo termine (la legge di bilancio, art. 1 commi 7 e ss., interviene, invece, sulla disciplina del Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa, prorogando il termine di cui all’art. 64, comma 3, d.l. n. 73/2021 e ampliando, tra l’altro, le categorie di beneficiari);

– la detrazione Irpef del 50 per cento dell’IVA corrisposta per gli acquisti dalle imprese costruttrici di immobili residenziali (art. 1 comma 76 l. n. 303/2022).